Moving time  4 ώρες ένα λεπτό

Ώρα  6 ώρες 54 λεπτά

Σύνολο σημείων 2349

Uploaded 12 Σεπτεμβρίου 2020

Recorded Σεπτεμβρίου 2020

  • Rating

     
  • Information

     
  • Easy to follow

     
  • Scenery

     
-
-
2.462 m
1.794 m
0
3,1
6,2
12,32 χλμ

434 εμφανίσεις, 21 αποθηκεύσεις

κοντά στην περιοχή Fossa Paganica, Abruzzo (Italia)

Monte Aquila da Vado di Corno. 12-09-2020
IL massiccio del Gran Sasso suscita sempre grande interesse ed entusiasmo e i sacrifici per arrivarci sono abbondantemente ripagati a fine giornata.
In questa occasione ho scelto un percorso medio con un dislivello di 750 m circa con partenza da una strada sterrata, adiacente a quella asfaltata diretta alla struttura turistica di Campo Imperatore, in leggera salita si arriva al valico di Vado di Corno dove bisogna tenere la destra poichè diritti inizia il sentiero per il rifugio S. Nicola e a dx si segue il sent. del Centenario per il M. Brancastello, Prena e Camicia. Appena si supera il valico appare in tutta la sua maestosità il paretone Sud del Gran Sasso che, io e il mio amico Lupo del Raparo, non abbandoneremo mai per tutta l’escursione. La salita lungo la cresta sud del M. Aquila permette una visuale a nord sul Corno Grande, ad est l’occhio si perde verso il mare adriatico, che non si riuscirà a vedere per la troppa foschia, a sud si delineano dal più vicino pizzo san Gabriele, M. Brancastello il Prena e, per finire, il Camicia alle pendici verso Ovest si estende per circa 40 km l’altopiano di Campo Imperatore mentre, per finire, ad Ovest si vedono le piste sciistiche. La salita nei primi 300 metri dal valico è impegnativa ma con l’avvicinamento a sua “Maestà” la fatica viene alleviata. Dal Monte Aquila, 2494 m si riesce a fare la “radiografia” alla parete del Gran Sasso, in effetti con l’aiuto della mia Nikon ho fotografato escursionisti impegnati a percorrere la ferrata Bafile, il bivacco e Torrione Cambi.
Il palcoscenico che si presenta è fantastico con le vette del Parco Nazionale del Gran Sasso e dei monti della Laga quasi tutti in bella vista ( manca il Corno Piccolo) e di altre cime sparse in Abruzzo (Maiella e Velino)e nelle regioni vicine (Terminillo). L’escursione continua per Sella di Monte Aquila dove il gioco delle nuvole e il contrasto del sole con i prati color ruggine creano un “quadro” unico che contrasta con le bianche pareti del Gran Sasso. (Waypoint 12-13), mentre è evidente “la direttissima” e la via “Normale” per il Corno Grande, ma questa volta si segue il sentiero per il rifugio Duca degli Abruzzi, tracce ben evidenti come per il resto del percorso. Nei dintorni del rifugio prima di far ritorno all’auto, trascorriamo qualche ora, sia per consumare l’immancabile frugale pranzo, sia per godere della veduta di Campo Pericoli e le "torri" che lo circondano: M. Portella, Cima Woityla, Pizzo Cefalone e Pizzo d’Intermesoli. A questo punto resta solo seguire il pendio per la struttura ricettiva di Campo Imperatore per completare il percorso ad anello, ma nel mentre ci si sofferma ad ammirare il lungo altipiano e ad organizzarci per la prossima tappa da scegliere tra il Camicia e il Pizzo Cefalone.
Χώρος στάθμευσης

Campo Imperatore

Parcheggiata l'auto in una stradina sterrata si sale dolcemente verso Vado di Corno a 1.924 m .
Ορεινό πέρασμα

Valico di Vado di Corno

Appena si supera il valico appare come per incantesimo il "Re" degli Appennini: il Corno Occidentale, la vetta più alta del Gran Sasso.
Πανοραμική θέα

Campo imperatore

Panoramica di Campo Imperatore direzione Ovest da Vado di Corno.
Φωτογραφία

Parete Sud del Corno Grande

Particolare della parete sud del Corno Grande mentre si sale da Vado di Corno.
Φωτογραφία

la valle di Campo Imperatore.

Dalla salita, relativamente impegnativa per il M. Aquila, l'occhio si perde verso sud sulla vasta piana e sulla sinistra si inizia a delineare la cima del Brancastello e del Prena.
Φωτογραφία

CNR

Oltre il tunnel, che passa sotto il massiccio del Gran Sasso in questo punto, è stato costruito un laboratorio per lo studio delle particelle del 'atomo attiguo al traforo.
Φωτογραφία

Sassifrega solcata

Nell'ultima parte la salita diventa impegnativa per raggiungere il M. Aquila a quasi 2.500 m., la vista delle alte cime e di piante particolari come la sassifrega solcata ci hanno permesso di prendere fiato.
Πανοραμική θέα

Foto

Panoramica sulle vette che superano i 2.500 m
Φωτογραφία

Ferrata e bivacco Bafile

particolare del paretone Sud dove, con l'ingrandimento, si nota il bivacco Bafile, utilizzato da escursionisti esperti EEA, per raggiungere il Torrione Cambi e poi la vetta.
Σταυροδρόμι

Foto

indicazione per il sentiero Geologico nr. 33 (con consigliato per le difficoltà e la mancata segnalazione)
Κορυφή

M. Aquila

La vetta del M. Aquila dà la possibilità di fare letteralmente la "radiografia" al massiccio del Gran Sasso, in particolare al Corno Grande e le vertiginose pareti esposte a Sud.
Φωτογραφία

Foto

La flora presente sul massiccio del Gran Sasso è limitata, la pianta del Romice Alpino è una delle poche ad essere presenti.
Φωτογραφία

sella Corno Grande 2441 m

Dalla Sella del Corno Grande si vede benissimo la c.d. "Direttissima" che porta al Corno Grande in un'ora e venti minuti.
Πανοραμική θέα

Sella Monte Aquila

La variazione cromatica del prato con il gioco del sole e le nuvole mostra un aspetto particolare. Inoltre si nota la via direttissima per il Corno Grande, per la quale è necessario l'attrezzatura adeguata coniugate con la necessaria efficienza fisica.
Σταυροδρόμι

palina segnaletica

Palina segnavia che avvisa l'escursionista dei tempi e i sentieri.
Φωτογραφία

Foto

Τόπος στάσης

campo pericoli

Campo Pericoli è una vasta conca di origine glaciale, situata a circa 2 000 m-
Καταφύγιο (χώρος)

Rifugio

Dal rifugio Duca degli Abruzzi, essendo posizionato sul crinale, si gode di una visuale a perdita d'occhio sia sul lungo altipiano, di circa 40 Km, di Campo Imperatore sia su Campo Pericoli, Pizzo D'Intermesoli, Monte Corvo, M. Aquila e naturalmente di sua "Maesta" il Corno Grande.
Κορυφή

Pizzo D'Intermesoli e Pizzo Cefalone

Una delle cime più alte, 2635 m, del comprensorio dei Monte del Gran sasso e della Laga al confine tra la provincia dell'Aquila e quella di Teramo è il pizzo d'Intermesoli. Altra cima che svetta imperiosa al lato ovest del Gran Sasso è pizzo Cefalone con i suoi 2.533 m..
Φωτογραφία

Elisoccorso sul Corno Grande

Elisoccorso impegnato in una difficile operazione di recupero di una persona sul Corno Occidentale del Gran Sasso, fotografato dal rifugio Duca degli Abruzzi.
Φωτογραφία

Cardi

Una delle poche piante che l'elevata altitudine offre.
Χώρος στάθμευσης

Campo Imperatore

Struttura turistica con rifugio, bar, con antistante parcheggio auto e moto servita dalla funivia che parte da fonte Cerreto all'uscita dell'autostrada dei Parchi A14.
Φωτογραφία

Foto

Mucche al pascolo lungo i sentieri di Campo imperatore.

4 αξιολογήσεις

  • Φωτογραφίες Briganteeolo

    Briganteeolo 13 Σεπ 2020

    Il massiccio del Gran Sasso infonde, in qualunque periodo dell'anno, energia, forza e positività.

  • Φωτογραφίες Briganteeolo

    Briganteeolo 14 Σεπ 2020

    Condivido 👍

  • Φωτογραφίες birba69

    birba69 14 Σεπ 2020

    I have followed this trail  View more

    Percorso non difficile con un'ampia visuale su tre versanti.

  • Φωτογραφίες falcoDomy

    falcoDomy 19 Σεπ 2020

    I have followed this trail  View more

    Percorso panoramico, non difficile che mi porterà, prossimamente, a scoprire il Gran Sasso e i monti della Laga.

You can or this trail