Giorgio+Erika

Ώρα  4 ώρες 17 λεπτά

Σύνολο σημείων 1890

Uploaded 27 Ιουνίου 2018

Recorded Ιουνίου 2018

-
-
1.687 m
762 m
0
3,7
7,4
14,8 χιλιόμετρα

235 εμφανίσεις, 5 αποθηκεύσεις

κοντά στην περιοχή Selvapiana, Piemonte (Italia)

La Via del Mare è un itinerario a lunga percorrenza che collega Tortona con Portofino, ottimamente descritto nella guida "La via del mare ed altri sentieri - Un trekking da Tortona a Portofino ed i sentieri delle Valli Curone e Borbera" (Studio Cartografico Italiano Genova, 2001) e ripreso più recentemente dal libro "Le vie del sale e del mare - Dalla pianura Padana al mar Ligure sui sentieri dell'Oltrepò Pavese e del Tortonese" (Primula, 2016).

Il catasto sentieri delle provincia divide questo tratto (di circa 64km) in 5 tappe/sentieri:

101 Tortona – Volpedo
102 Volpedo – Serra del Monte
103 Serra del Monte – Fabbrica Curone
104 Fabbrica Curone – Selvapiana
105 Selvapiana - Capanne di Cosola

Noi le abbiamo condensate in tre tappe, per fare un po' prima:
1) Tortona - Serra del Monte
2) Serra del Monte - Selvapiana
3) Salvapiana - Capanne di Cosola

Naturalmente da Capanne di Cosola la Via del Mare prosegue. Qua potete trovare le altre 4 tappe che vi porteranno a San Fruttuoso, che noi abbiamo percorso nell'ambio di un altro trekking.
Tappa 6: Capannette di Pej - Casa del Romano
Tappa 7: Casa del Romano - Torriglia
Tappa 8: Torriglia - Calcinara
Tappa 9: Calcinara - San Fruttuoso

--------------

Domenica 17 Giugno 2018 ripartiamo per l'ultima tappa del tratto piemontese della Via del Mare Tortona - Portofino.
Non troviamo immediatamente segni del 105, ma seguiamo le indicazioni per "Pian dei Laghi", che sappiamo essere lungo in nostro percorso.
Fatto un breve tratto d'asfalto prendiamo a sinistra una carrozzabile che ben presto comincia a salire graduale e costante, su terreno per lo più pietroso.
Ogni tanto la carrozzabile si divide in due, ma si tratto solo di "varianti" create dai i mezzi fuoristrada per tagliare tratti particolarmente rovinati.
Dopo circa 1,2km di cammino teniamo la destra ad un bivio non segnato e, poco dopo, troviamo per la prima volta le indicazioni del 105.
10 minuti dopo arriviamo alla deviazione (questa volta segnata) per Pian dei Laghi.
Visto che la tappa oggi non sarà lunga, decidiamo di fare questa breve deviazione.
Arriviamo su un bel pianoro, una prateria con l'erba alta al ginocchio.
A ridosso del bosco, sorge un capanna un po' malmessa chiamata "Bivacco Pian dei Laghi"...ma che in realtà non è attrezzato per passarci la notte, visto che una delle quattro pareti è, in pratica, assente.
E' però dotato di stufa a legna (ma manca buona parte della canna fumaria), di tavolo con numerose sedie e di un buon tetto, il che ne fa un ottimo riparo in caso di maltempo improvviso.
Tornati sul 105 proseguiamo sempre in salita, attraversando quel che resta di una pineta pesantemente disboscata.
Ad un successivo trivio teniamo tutto a sinistra su pista che comincia a salire più decisa, inoltrandosi nel bosco. Il fiatone aumenta ma, almeno, siamo all'ombra!
Passiamo alcuni bivi un po' a naso e un po' aguzzando la vista per scorgere sbiadite tacche di vernice rosso/bianca fin che il bosco si apre e, attraversato un prato finale, arriviamo sull'ampia carrozzabile della Via del Sale, quella che parte da Castellaro (Varzi), 300 metri dopo Pian della Mora (dove sorge l'omonimo bivacco che, mi dicono, essere meglio attrezzato rispetto a quello di Pian dei Laghi).
Prendiamo a destra e cominciamo un lungo tratto sul panoramico crinale che separa la Val Staffora dalla Val Curone, la Lombardia dal Piemonte.
Le viste sono molto belle e, dopo tanto bosco, si fanno apprezzare ancora di più.
Siamo a più di 1400 metri slm ed il caldo è un ricordo, la temperatura è perfetta e una fresca brezza ci spinge.
Tra sali e scendi passiamo il Monte Boglielio, la cappelletta di Sant'Anna dedicata a Don Piero Castellano (vedi waypoint) ed il Colle della Seppa, crocevia di sentieri.
Con una salita un po' più arcata scavalliamo il Monte Garavè e poi aggiriamo sulla destra il Monte Rotondo.
Il Chiappo col suo rifugio ci sovrasta e sembra lontanissimo ed irraggiungibile.
Sembra solo, perchè passati due cancelli elettrificati (pascolo cavalli) arriviamo all'ultima rampa...un chilometro verticale che ci porta al Monte Chiappo, 1700 mt slm.
La seggiovia (partenza da Pian del Poggio) è in funzione e un gruppo di mountain bike downhill si prepara alla folle discesa, mentre buon numero di avventori si aggira nei pressi del rifugio.
Manca poco alla nostra meta per cui decidiamo di non fermarci.
Al bivio per le Bocche di Crenna teniamo la sinistra seguendo il 105 che comincia a scendere circondato da un panorama stupendo: tutt'attorno prati, boschi, monti e quella staccionata che corre parallela al sentiero, a segnare il confine tra Piemonte ed Emilia Romagna.
Ci aspetta ancora una breve salita e poi è tutta discesa, un po' scomoda in quanto il fondo è segnato da qualche rotaia di troppo.
Giunti alla prime case giriamo a sinistra e siamo a Capanne di Cosola "valico in capo al mondo a quota 1493, dopo una salita da bestie", di fronte al bar albergo ristorante "con il bancone in Emilia, i tavoli in Piemonte e la terrazza in Lombardia. Ma anche la Liguria è lì ad un tiro di schioppo" , come scrisse Paolo Rumiz nel libro "La leggenda dei monti naviganti".
La nostra Via del Mare da Tortona a Capanne di Cosola finisce qua.
Io e mia moglie abbiamo voluto percorrere solo il tratto piemontese, da Tortona a Capanne di Cosola.
Per il prosieguo verso il mare, vedere tra le mie tracce "LA VIA DEL MARE: PIACENZA - SAN FRUTTUOSO" dalla tappa 6 in avanti.

Una bella tappa che regala panorami incredibili.
Segnaletica così così e tabellone riepilogativo, curiosamente, presente alla fine.
Selvapiana
Un tratto del percorso
Pian dei Laghi e bivacco
Un tratto del percorso
Per il Bivacco Pian della Mora deviare di 300 metri
Un tratto del percorso
Un tratto del percorso
Bivacco Laguione
Cappella di Sant'Anna
Un tratto del percorso
Monte Chiappo e omonimo rifugio
Un tratto del percorso
Mucche piacentine al pascolo e Monte Lesima sullo sfondo
Capanne di Cosola

Σχόλια

    You can or this trail