ZioMario

Ώρα  6 ώρες 27 λεπτά

Σύνολο σημείων 6227

Uploaded 16 Νοεμβρίου 2017

Recorded Νοεμβρίου 2017

-
-
1.072 m
216 m
0
4,0
7,9
15,87 χιλιόμετρα

238 εμφανίσεις, 4 αποθηκεύσεις

κοντά στην περιοχή Vas, Veneto (Italia)

IL DISLIVELLO DI SALITA/DISCESA, IN QUESTA VERSIONE DELL’ESCURSIONE, CALCOLATO CON “Garmin BaseCamp” È DI CIRCA 1.200 METRI, ED È QUELLO GIUSTO.
QUANDO CI SONO DI MEZZO CENGE CHE SCORRONO AI BORDI DI GRAN DISLIVELLI, WIKILOC RICALCOLA SEMPRE IN MODO MOLTO ABBONDANTE PERCHÉ, PROBABILMENTE, FISSA LE QUOTE SULLA BASE DELLE PROPRIE MAPPE SOVRAPPONENDOCI LA TRACCIA DEL GPS CHE NON È CERTAMENTE PERFETTA: IN CENGIA ANCHE UNO SCARTO LATERALE DI 3/5 METRI PUÒ DARE ORIGINE A QUOTE NOTEVOLMENTE DIVERSE SE RICALCOLATE SU ALTRE MAPPE.

Il toponimo “Oro” di questa bella cengia – o meglio del sistema di cenge che attraversa questa parte di montagna – è dovuto alla colorazione “oro intenso” che assume un tratto di parete (ovviamente rivolta ad ovest) al calar del sole nel pomeriggio.
Questo fenomeno è ben visibile dall’auto se si torna all’ora giusta da qualche escursione o sciata nel bellunese.
Comunque le venature oro della roccia sono ben evidenti anche passandoci sotto mentre si percorre la cengia: purtroppo non posso documentarle per immagini … con il mio cellulare di fascia media.

Queste cenge sono state “riscoperte” e descritte da Giorgio Grandin nel suo bel libro “Itinerari selvaggi tra Grappa e Cesèn"; poi sono state incluse anche ne “Il libro delle cenge” di Vittorino Mason.
Grandin e Mason propongono due diversi approcci per arrivare alla famosa “parete oro” che corrispondono, rispettivamente, a quelli che ho nominato variante alta a bassa in questa traccia di escursione.
Ce n’è un terzo che sta in mezzo come altezza (variante mediana) ed è quello “più lineare” rispetto alla quota di prosecuzione della seconda parte della cengia, quello più simile come tipo di traccia e quello … con meno problemi.

La variante bassa proposta da Mason – e lo fa capire lui stesso – francamente è un po’ da brividi: niente di difficile tecnicamente, ma si va costantemente su traccia molto esile che corre su terreno franoso, scivoloso, con piccoli smottamenti su piani piuttosto inclinati lateralmente e ai bordi di un salto di qualche centinaio di metri; a mio giudizio – e lo scrive anche Mason – OBBLIGATORI I RAMPONCINI DA PRATO (alias Fèr da Tàc) per avere un po’ di sicurezza.
Comunque anche con i ramponcini bisogna essere già abituati a questo tipo di terreni.

La variante alta proposta da Grandin è “più normale” anche se costringe comunque a qualche “breve ma delicato” passaggio su piccoli smottamenti: qui si può anche non usare i ramponcini se si è abituati a questi terreni.
Questa variante, però, corre piuttosto alta e a un certo punto (per rientrare prima della parete oro nella linea mediana) costringe a scendere per una cinquantina di metri in un largo canalone misto terra/pietrisco: piuttosto ripido, un po’ scivoloso ma assolutamente gestibile con attenzione.
Il problema di questa variante – abbastanza “carina” a mio giudizio – è che ti fa perdere gran parte di quella mediana che trovo più bella e regolare (ma è un mio parere personale, non pretendo di “venderlo” come oggettivo).
Se volete percorrere sia la variante alta che la mediana, fatelo nel senso che ho fatto io prevedendo la discesa del canalone (e andata ritorno sulla mediana), perché risalirlo sarebbe piuttosto faticoso.

In conclusione: 1) dislivello e percorrenza lineare dipendono da quante opzioni si intende esplorare e da quanti avanti/indietro si fanno; 2) è una cengia di tipo “boschivo”, a tratti sicuramente impegnativa, che rimane facile dopo la fine della “parete oro”.
Waypoint

01 - Parcheggio partenza/arrivo a Vas

Waypoint

02 - Punto possibile deviazione per Castelir con cartello

Waypoint

03 - Deviazione da sterrata verso variante bassa Cenge dell'Oro

Waypoint

04 - Inizio effettivo variante bassa Cenge dell'Oro: CALZARE I RAMPONCINI!

Waypoint

05 - Deviazione da sterrata e inizio variante mediana Cenge dell'Oro

Waypoint

06 - Punto riunione varianti alta e mediana Cenge dell'Oro

Waypoint

06 - Punto riunione varianti bassa e mediana Cenge dell'Oro

Waypoint

07 - Deviazione da sterrata verso variante alta Cenge dell'Oro

Waypoint

08 - Due grossi ometti su dorsale verso Monte Vallina e inizio effettivo variante alta Cenge dell'Oro

Waypoint

09 - Inizio 'parete oro'

Waypoint

10 - Fine 'parete oro'

Waypoint

11 - Muretti a secco riferimento e fine Cenge dell'Oro

Waypoint

12 - Immissione in mulattiera in corrispondenza palo del metanodotto

Waypoint

13 - Innesto in sterrata a 'Col da Fi'

Waypoint

14 - Punto possibile deviazione per Milies

Waypoint

15 - Punto possibile deviazione per rientro diretto a Vas

Waypoint

16 - Monte Vallina

Waypoint

17 - Croce di legno che domina sull'inizio della Valle del Piave

Waypoint

18 - Inizio sentiero discesa finale a Vas in corrispondenza di una 'posa'

Σχόλια

    You can or this trail